Arte PaRDeS
Alessandro Marzo Magno Venezia
Condividi su:

Alessandro Marzo Magno Venezia

5 luglio ore 21 Alessandro Marzo Magno Venezia. Una storia di mare e di terra (Laterza 2022). Presentazione libro con l’autore

L’alfa e l’omega della parabola veneziana si vedono a Torcello: qua una lapide del 639, la più antica testimonianza scritta dell’esistenza di Venezia; là i banchetti acchiappaturisti di souvenir made in China. In mezzo, quasi mille e quattrocento anni: alcuni gloriosi e potenti, altri ricchissimi e splendenti, altri ancora declinanti e incerti. Con il piglio del cronista e con il rigore dello storico, Alessandro Marzo Magno ci accompagna in una passeggiata lungo i secoli per ricostruire la storia che ha portato alcune isolette della laguna adriatica a dominare per secoli mezzo Mediterraneo, e non solo. Una storia di Venezia come questa non la si è mai letta: ogni capitolo si apre con un reportage che racconta come oggi si presenti un luogo simbolo della Serenissima. Il libro ci porta in alcuni dei centri più importanti dello stato da Mar: Famagosta, Cipro, dove nel 1571 è stato scuoiato vivo Marcantonio Bragadin; Heraklion, Creta, assediata per 22 anni dagli ottomani; Zara, la città dalmata che nel 1204 i crociati conquistano per pagarsi un passaggio in nave verso Costantinopoli. Lo stato da Terra è raccontato, tra gli altri luoghi, dal Pizzo dei Tre Signori, la montagna che per tre secoli ha segnato il confine tra Venezia, Milano e la Svizzera; dall’università di Padova, che quest’anno festeggia gli 800; da Palmanova, fortezza e anche città ideale del rinascimento. La storia di Venezia non si ferma con la caduta della repubblica, nel 1797; queste pagine continuano con l’Ottocento, quando la città diventa un importante centro industriale, e arrivano all’oggi, con lo spopolamento che rischia di farla scomparire. 

Anche questo evento s’inserisce nel ricco programma di PaRdeS collegato alla mostra La Cura con opere di 35 artisti, sul particolare momento storico epocale che stiamo attraversando. Come nostra consuetudine desideriamo inserire degli eventi nell’ambito dell’esposizione, legati al tema della mostra. Pertanto risulta molto consono all’ultimo libro di Alessandro Marzo Magno su Venezia. Una storia di mare e di terra, città che ha insegnato molto al mondo in fatto di politica, legislazione, economia, agricoltura, welfare, essendosi presa sempre molto a cuore i problemi dei più deboli, ma essa stessa città fragile e di cui avere estrema cura ed attenzione (cosa che ben sapevano e facevano ai tempi della Serenissima).

Alessandro Marzo Magno giornalista e scrittore, veneziano di nascita e milanese per lavoro, si è laureato all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Giornalista, dopo essere stato per quasi 10 anni responsabile degli esteri del settimanale “Diario”, dirige il semestrale “Ligabue Magazine” e collabora con le pagine culturali del “Gazzettino”. Ha pubblicato ben 16 libri per lo più di argomento storico, alcuni presentati anche a PaRDeS: Piave. Cronache di un fiume sacro, Milano, Il Saggiatore, 2010-2018, L’alba dei Libri. Quando Venezia ha fatto leggere il mondo (Garzanti 2012, più volte ristampato e tradotto in inglese, spagnolo, giapponese, coreano, e cinese), L’invenzione dei soldi. Quando la finanza parlava italiano, Milano, Garzanti, 2014, Il genio del gusto. Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo, Milano, Garzanti, 2015, Serenissime. Le donne illustri di Venezia dal Medioevo a oggi, Pordenone, Edizioni Biblioteca dell’Immagine, 2016, Con stile. Come l’Italia ha vestito (e svestito) il mondo, Milano, Garzanti, 2016, Missione grande bellezza. Gli eroi e le eroine che salvarono i capolavori italiani saccheggiati da Napoleone e da Hitler, Milano, Garzanti, 2017, Le ville venete, illustrazioni di Pierfranco Fabris, Pordenone, Edizioni Biblioteca dell’Immagine, 2018. Per Laterza è autore di La splendida Venezia 1499-1509 (2019) e L’inventore dei libri. Aldo Manuzio, Venezia e il suo tempo (2020, tradotto in giapponese, portoghese e spagnolo).

Altri eventi in programma nell’ambito della mostra La Cura a Mirano, presso PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, via Miranese 42 fino al 13 novembre 2022 (con pausa estiva 16 luglio – 18 settembre). Orari di apertura da mercoledì a domenica 16-19 su prenotazione. 

12 luglio ore 21 I sentieri interrotti dell’Europa. Sulla via tracciata da Mario Bergamo (Futura 2022): incontro con gli autori Paola Bergamo e Angelo Giubileo, presenteranno il libro Augusto Vasselli, Marcello Silvestri e Adolfo Tasinato

17 luglio ore 21 Concerto di Ekaterina Strashchenko, soprano, e di Alessasndra Semenzato, pianoforte.

17 settembre ore 21 La madre di Dietrich. Lettura scenica del testo di Giuseppe Bovo

23 settembre ore 18 Sull’ostilità. Storie di guerra e società. Incontro con Enrico Gusella 

29 settembre ore 18 RAN-CURAR. La cura è vita. Reading della Compagnia delle Smirne

12 ottobre ore 18 Il dialogo della cura. Consulenza filosofica in carcere. Incontro con Anna Maria Corradini

23 ottobre ore 17 Omaggio ad Astor Piazzolla con Guido Cingano alla fisarmonica e Irene Menato al pianoforte. Presentazione di Renata Cibin

Artisti:

Olimpia Biasi, Ariela Böhm, Silvia Bonin, Roberto Cannata, Savina Capecci, 

Franco Corrocher, Barbara Crimella, Graziella Da Gioz, Concetta De Pasquale, Francesca Della Toffola, Alberto Di Fabio, Nicola Evangelisti, Valeria Fano, Roberto Fontanella, Nicola Golea, Nadezda Golysheva, Peter Hide, Abdallah Khaled, Federica Marangoni, Katia Margolis, Giorgia Minto, Serena Nono, Roberto Paci Dalò, Pain Azyme, Barbara Pelizzon, Norma Picciotto, Tobia Ravà, Raphael Reizel, Isabella Rigamonti, Rosa Mundi, Marta Sforni, Annamaria Targher, Antonia Trevisan, Paola Volpato, Stefano Zaratin

Ideazione, progetto e cura della mostra di Maria Luisa Trevisan

Allestimenti: Tobia Ravà

Collaborazioni: Rubens Tola, Sara Dell’Isola

Centro Studi MB2  

Monte Bianco•Mario Bergamo per dare un tetto all’Europa ETS

Patrocini: Comune di Mirano e Terra dei Tiepolo, Legambiente Miranese, Italia Nostra – Venezia, FAI – Delegazione di Venezia.

Si ricorda che la mostra prosegue anche a Venezia presso Art Factory, Fondamenta de l’Arzere 2324 fino al 10 luglio 

Art Factory, Fondamenta de l’Arzere, Dorsoduro 2324, 30123 Venezia

Orari di Apertura: da mercoledì a venerdì 15.30-18.00 sabato e domenica 10.30-13.

Per informazioni

PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d’Arte Contemporanea, via Miranese 42, 30035 Mirano (VE) tel./fax  041/5728366 cell. 349 1240891; www.artepardes.org; artepardes@gmail.com

Fa parte della mostra: La Cura

Ultimi Articoli

1 Agosto 2022

Muta Protesta

1 Agosto 2022

Tobia Ravà. Sentieri di luce

15 Luglio 2022

Rinvio concerto Domenica 17 Luglio

6 Luglio 2022

I sentieri interrotti dell’Europa

28 Giugno 2022

Bartolomeo, musico e mercante

23 Giugno 2022

In quei giardini si fa la storia